lingua

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Русский

titolo

Tra Pievi e Castelli

partenza 
Montiglio Monferrato, fraz. Cortanieto
arrivo 
Rinco
Localita' sul percorso 
Cortanieto (cave di gesso), Montiglio, Scandeluzza, Rinco
lunghezza 
circa 8 km
tempo di percorrenza 
mezza giornata
difficolta' del percorso 
facile

File downloads

Cave di gesso (270 m) – Montiglio (250 m) - Scandeluzza (250 m) – Rinco (270 m)
Lunghezza: 8,2 km

 

L’itinerario si dirama dal tracciato Superga-Crea, ci troviamo nel comune di Montiglio Monferrato, in prossimità dell’abitato di Cortanieto; poi scende a valle per attraversare la strada provinciale, la ferrovia Asti - Chivasso ed il torrente Versa. Da qui si prosegue, riprendendo quota, per entrare nel borgo di Montiglio, dove si possono ammirare la bella chiesa parrocchiale ed il castello. Quest’ultimo, ancora ben conservato, è aperto al pubblico in occasione di alcune manifestazioni. Merita una visita anche la bella pieve romanica di San Lorenzo, presso il cimitero. La chiesa, edificata in pietra arenaria, è uno degli esempi maggiormente significativi del romanico astigiano; originariamente a tre navate, conserva all’interno splendidi capitelli scolpiti. Superata la chiesa, il percorso ridiscende verso valle; si riattraversa strada provinciale, ferrovia e torrente, per risalire in località Madonna del Carmine, dove si trova l’omonimo Santuario. Proseguendo verso Scandeluzza, in corrispondenza del cimitero, s’incontra la pieve romanica dei Santi Sebastiano e Fabiano, recentemente restaurata, ove spicca uno splendido affresco absidale del XIV secolo. La chiesa fu profondamente restaurata nell’Ottocento dal Conte Mella e oggi resta ancora un esempio canonico di restauro filologico. Una curiosità, interessante da sottolineare, sono i graffiti ritrovabili sulle murature esterne, datati a partire sei-settecento. Attraversando il borgo di Scandeluzza, dal sagrato della chiesa parrocchiale, sostenuto dalle mura di un antico ricetto, si gode un pregevolissimo panorama dei castelli e delle colline circostanti, tra le quali svetta la torre castellana di Rinco. Il cammino prosegue verso l’abitato di Rinco, ancora ben conservato nel suo impianto urbanistico medioevale e dominato da un possente maniero, per terminare in corrispondenza dell’incrocio con “Il percorso dei Paesaggi”.

Informazioni utili 
Itinerario escursionistico percorribile a piedi, in MTB
Avvertenza generica valida per tutti i tracciati:
I tracciati GPS dei percorsi provengono da fonti varie e sono costituiti da più sezioni composte in un unico tracciato. Alcuni di essi possono avere un senso direzionale diverso da quello descritto sulla guida. Per una corretta percorrenza si raccomanda sempre la lettura del testo descrittivo e della mappa. Le informazioni contenute su tutti i media non impegnano la responsabilità di autori ed editori.