lingua

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Русский

titolo

Tour del Ruche'

Il percorso parte dalla piazza di Portacomaro paese: discesa e pianura per circa 4 km in direzione Migliandolo, svolta a sinistra per Scurzolengo. Prima di cominciare la salita verso Scurzolengo svoltare a destra, sulla salita per Bricco Gioia (dir. Castagnole Monf.to): salita breve nei boschi con circa 800 m di curve, stretta ma pedalabile. Discesa ancora con curve, al fondo si costeggia la vecchia fornace di Castagnole Monferrato e si svolta a destra in direzione Asti: tratto di falsopiano in leggera discesa, praticamente tutto rettilineo. Dopo circa 4-5 km in frazione Valenzani svolta a sinistra Verso Refrancore. Una volta arrivati nel concentrico si deve seguire la strada in direzione Castagnole Monferrato.Dopo un paio di km, svolta a destra in frazione Santo Stefano. La strada sale bruscamente con pendenze intorno al 15-20 %: un km di ascesa mozzafiato. In cima, all’altezza di una cappelletta, svolta a sinistra. Ancora salita e saliscendi sulla collina, in un panorama di straordinaria suggestione. Dopo circa 5 km si arriva a Montemagno, spettacolare il colpo d’occhio del paese. Prima di imboccare la salita che conduce al concentrico di Grana, svoltare a destra sulla Circonvallazione. In fondo ad una breve discesa, svoltare ancora a destra, direzione Casorzo; lunga discesa con curve ma molto pedalabile, in uno dei tratti paesaggisticamente più belli del Monferrato. Sono 4-5 km prima di arrivare a Casorzo, con salita breve ma impegnativa.
Al semaforo di Casorzo svolta a sinistra: si sale dolcemente verso la periferia del paese, quindi comincia la discesa verso Grazzano. Rettilineo, curva stretta, nuovo rettilineo, poi si comincia a salire fino a Grazzano e poi via verso Moncalvo, su una delle più belle panoramiche del Monferrato. Chi vuole può deviare a destra per Madonna dei Monti: 3 km di salita per ammirare, in cima la stele dedicata al Maresciallo d’Italia Pietro Badoglio (in paese c’è anche il Museo dedicato all’illustre grazzanese) con vista mozzafiato a 360° su tutto il Monferrato, dalle risaie vercellesi fino alla corona delle Alpi e dell’Appennino. Riprendendo la strada per Moncalvo, si affrontano ancora dolci declivi, fino ai contrafforti della città aleramica. Prima di entrare in Moncalvo, al termine di una bella discesa pedalabile, svolta a sinistra, sulla SS per Calliano. Anche qui si raccomanda prudenza, soprattutto nei giorni feriali per il transito di camion. Sono 4-5 km di strada “a rischio”, l’unica di tutto il percorso.
All’altezza di Penango, cominciano altri 2 km di salita, molto ampia, pedalabilissima. Al culmine della salita svoltare a sinistra (bivio per Montemagno) imboccando una sorta di mini-circonvallazione che taglia fuori il paese di Calliano.
Proseguire verso San Desiderio, Scurzolengo, Portacomaro, tutto in collina, panoramico con saliscendi.