lingua

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Русский

titolo

Intorno a Cocconato

partenza 
Tonengo, località Ottini
arrivo 
borgata Tuffo
Localita' sul percorso 
loc. Ottini (Tonengo), borgata Maroero, Cocconito, Cocconato, borgata Tuffo
lunghezza 
circa 12 km
tempo di percorrenza 
mezza giornata
difficolta' del percorso 
facile

File downloads

Loc. Ottini (460 m) - borgata Maroero (430 m) - bivio Cocconito (410 m) – borgata Tuffo (320 m) - Cocconato (460 m)

Lunghezza: 11,7 km

 

L’itinerario origina da “Il percorso delle Colline”, in località Ottini, nel comune di Tonengo, ed in breve raggiunge il punto dove sorge la chiesetta romanica di San Michele, che conserva interessanti elementi decorativi. Quindi prosegue verso l’abitato di Maroero, tramite una strada che si snoda in cresta collinare, notevolmente panoramica e suggestiva. Giunti ad un bivio che dista circa 50 metri dal nucleo abitato di Maroero, si devia ad EST per raggiungere la località Cocconito-Vignaretto. All’estremità orientale della frazione il cammino si biforca. Se si prosegue sulla sinistra in direzione EST-SUDEST, si percorre la “strada delle Serre”; questo tratto, solo in minima parte asfaltato, attraversa una zona poco abitata, boscosa, e segue la dorsale collinare sino a giungere a borgata Tuffo. Superati i primi 160 metri dall’imbocco della strada delle Serre, merita di essere percorsa una breve deviazione su uno stretto sterrato in direzione EST-NORD-EST che, dopo circa 400 metri, sulla sommità di un bricco boscoso (429 m), termina alla piccola pieve di San Giovanni, fresco e suggestivo punto di sosta. Ritornati sul percorso principale si continua in direzione EST lungo la strada delle serre, su comodo ed ampio sterrato, tra boschi, radure e piccoli vigneti molto suggestivi. La cresta collinare presenta una caratteristica alternanza di zone ombreggiate e radure assolate, alternanza creata anche dalla notevole variabilità vegetazionale dell’area. Il progressivo abbandono dei vigneti ha innescato una successione naturale che ha prodotto formazioni boschive dominate dalla roverella e dall’orniello, così come piccole praterie sub aride e
cespuglieti, dove fioriscono numerose specie di orchidee spontanee: tutte godono di protezione assoluta ed alcune di queste come Orchis ustulata, rivestono particolare interesse naturalistico per il Basso Monferrato. Lungo questo tratto sterrato inoltre sono presenti tre aree attrezzate per la sosta. Imboccando invece a destra il bivio di cui sopra, si procede, in direzione SUD, alla volta di Cocconato. La discesa e la successiva risalita dei versanti collinari avviene attraverso un piacevole ed articolato cammino tra ambienti prativi e boschivi. Il borgo di Cocconato, bandiera arancione del Touring Club Italiano, è considerato la “riviera del Monferrato” per il clima mite e per i magnifici scorci panoramici. Il centro storico, ben conservato, merita senz’altro una visita non affrettata per i monumenti storico – architettonici che ospita. Il palazzo comunale è forse la punta di diamante: risalente al secolo XV il possente edificio spicca per avere portico e monofore ogivali in cotto riccamente decorate ed è una delle poche testimonianze dell’architettura gotica civile rimaste in Monferrato. Infine Cocconato si distingue per la rinomata enogastronomia locale: da non perdere la famosa e omonima robiola. Qui termina il presente itinerario ma questo è anche il punto di inizio de “Il percorso dei Paesaggi” descritto in precedenza.

Informazioni utili 
Itinerario escursionistico percorribile a piedi e MTB
Avvertenza generica valida per tutti i tracciati:
I tracciati GPS dei percorsi provengono da fonti varie e sono costituiti da più sezioni composte in un unico tracciato. Alcuni di essi possono avere un senso direzionale diverso da quello descritto sulla guida. Per una corretta percorrenza si raccomanda sempre la lettura del testo descrittivo e della mappa. Le informazioni contenute su tutti i media non impegnano la responsabilità di autori ed editori.