lingua

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Русский

titolo

Il percorso dei Paesaggi

partenza 
Cocconato
arrivo 
Tonco
Localita' sul percorso 
Cocconato, Vastapaglia, Carboneri, Cunico, Colcavagno, Rinco, Castelcebro, Tonco
lunghezza 
circa 31 km
tempo di percorrenza 
2 giorni
difficolta' del percorso 
facile

File downloads

Cocconato (430 m) - loc. Vastapaglia (300 m) - Carboneri (280 m) - Cunico stazione ferroviaria (170 m) – Colcavagno (200 m) - Rinco (260 m) - loc. Castelcebro (250 m) - Tonco (240 m) - C.ne Casalino (170 m) - C.ne Sangona (150 m)

Lunghezza: 31 km

 

A partire dall’innesto con il percorso Superga-Crea, in corrispondenza del borgo di Cocconato, l’itinerario si snoda verso SUD in direzione della borgata Vastapaglia, punto dal quale si possono ammirare le dorsali collinari poste in direzione delle cave di gesso di Montiglio. Da tale luogo, passando in vicinanza delle cascine Croce, si ridiscende nel fondovalle, per percorrerlo brevemente e risalire in corrispondenza dell’abitato di Carboneri. Attraversato il nucleo abitato, il percorso prosegue per un lungo tratto in un contesto di piccoli coltivi e qualche macchia di vegetazione arborea-arbustiva, ambiente ideale per animali quali lepri, fagiani, pernici, starne, ecc. Ad un certo punto si scorge su un’altura l’antico nucleo abitato di Cunico, borgo racchiuso in epoca alto-medioevale, all’interno di un ricetto, di cui vi sono ancora significative tracce nell’impianto urbanistico. Si giunge infine alla stazione di Cunico, possibile punto di arrivo o partenza per chi volesse recarsi sul luogo in treno. Il sentiero attraversa ora la strada provinciale e si inerpica sull’altura di Colcavagno, tra le cui abitazioni si delinea il vecchio castello, nei pressi del quale è possibile ammirare ampi scorci del panorama collinare circostante. Proseguendo sulla via, si ridiscende il versante in direzione della cascina Nosei, per poi risalire verso il borgo di Rinco, ben caratterizzato dalla sagoma della torre e dell’edificio del castello. In tale località è possibile, volendo, innestarsi sul percorso “Tra Pievi e Castelli”, che da Rinco prosegue in direzione di Scandeluzza. Diversamente, si procede sulla tratta, che passa in cresta collinare, sino a giungere all’antico borgo di Castelcebro, che offre scorci architettonici assai caratteristici, essendosi conservato nel suo impianto originario. Si affronta poi un lungo e panoramico tratto senza passaggi in centri abitati, fatta eccezione che per poche cascine, che conduce sino a Tonco. Qui si consiglia di salire sino al piazzale antistante il nobile edificio del Municipio, dal quale si gode uno splendido panorama sul territorio circostante. Lasciando il paese per dirigersi in direzione della cascina Casalino, si giunge infine, superata la cascina Sangona, all’innesto con “Il percorso Asti-Crea”.

Informazioni utili 
Itinerario escursionistico percorribile a piedi, in MTB
Avvertenza generica valida per tutti i tracciati:
I tracciati GPS dei percorsi provengono da fonti varie e sono costituiti da più sezioni composte in un unico tracciato. Alcuni di essi possono avere un senso direzionale diverso da quello descritto sulla guida. Per una corretta percorrenza si raccomanda sempre la lettura del testo descrittivo e della mappa. Le informazioni contenute su tutti i media non impegnano la responsabilità di autori ed editori.