lingua

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Русский

titolo

Il Bosco della Luja

partenza 
Loazzolo
arrivo 
Case Teola
Localita' sul percorso 
Santa Libera, Cascina Poggio Giardino, Case Teola
lunghezza 
12 Km
tempo di percorrenza 
4 ore
difficolta' del percorso 
facile

File downloads

Santa Libera (560 m) - C.na Poggio Giardino (470 m) - C.se Teola (500 m) - Chiesetta Santa Libera (560 m)
Lunghezza: 3,5 km

 

Il percorso origina dalla chiesetta di S.Libera. Antichi documenti (Giancarlo Scaglione, comunicazione personale) parlano di una pieve campestre seicentesca, probabilmente eretta in corrispondenza di un remoto luogo di culto, posto in vicinanza di strade e nei pressi di una importante comunità agricola. Il sentiero, si dipana in cresta tra cespugli di ginestra, ligustro, nocciolo, viburno, ginepro e alberi spesso contorti di: roverella, orniello, pino silvestre. In poche centinaia di metri, sotto i nostri occhi, si alternano frammenti di ambiente xerico (cioè asciutto) tipico di Langa, con macchie boschive, cespuglieti e radure. Queste formazioni vegetali e gli animali che vivono in questo habitat, rivestono particolare interesse naturalistico; infatti qui si trovano specie assai peculiari, adattate a climi assolati e asciutti come quelle che si trovano sulle rive del Mediterraneo. In effetti alcune specie vegetali ed animali si possono ritrovare comunemente ben più a sud, sui rilievi appenninici che si affacciano sul mare. Oltre all’interesse scientifico - naturalistico questo luogo è splendido anche dal punto di vista estetico: le piccole radure da cui spesso affiorano blocchi di marna ricoperte da licheni multicolore, sono l’habitat ideale per numerose specie di farfalle che qui trovano estese e varie fioriture da cui attingere nettare e le piante nutrici per i loro bruchi. Un capitolo a parte andrebbe dedicato alle orchidee spontanee che, parimenti alle farfalle ed a molte altre specie, trovano condizioni idonee al loro sviluppo. Di orchidee nel Bosco della Luja e nei dintorni se ne contano decine di specie; ciò indica una buona qualità dell’ambiente naturale. Le orchidee spontanee sono tutte protette con divieto assoluto di raccolta o danneggiamento. Vale la pena accennare perché è necessario lasciarle al loro posto: i semi di queste piante sono numerosissimi ma molto piccoli e, per germinare, devono entrare in simbiosi con un fungo; pertanto, chi recide anche una sola infiorescenza, impedisce che maturino centinaia di migliaia di semi che hanno poi una probabilità molto scarsa di trovare fungo e condizioni idonee per svilupparsi. Il Bosco della Luja è ricco di biodiversità e necessita di protezione: per questo il WWF ed alcune persone del luogo hanno chiesto specifica tutela ambientale attraverso la costituzione di una riserva naturale. Giunti ad un primo crocevia si prosegue diritto in lieve salita tra macchie boscate, siepi, radure e piccoli vigneti, un mosaico che non fa che arricchire la varietà delle specie. Ad un secondo crocevia, proseguendo in direzione di C.na Poggio Giardino, ci si collega all’itinerario “Il fiume e le rocche”. Svoltando in direzione OVEST - NORD OVEST si prosegue l’anello del Bosco della Luja; scelta che ci porterà ad attraversare dapprima vigneti e coltivi residuali che presto lasceranno il posto al bosco di versante e di mezza costa, più fresco e umido del precedente, come testimoniato dalla presenza di felci e caratterizzato da castagno, nocciolo, pioppo, pruno, ciliegio. In questo tratto di bosco sarà possibile imbattersi in tracce e resti del pasto di animali quali la volpe, il cinghiale, il tasso, lo scoiattolo, il moscardino, il ghiro, l’arvicola, il topo selvatico e ascoltare canti e versi di molti uccelli come la cincia, il fringuello e il picchio. L’ultimo tratto, in salita, sfiorerà Case Teola, borgata costruita interamente in pietra, per poi congiungersi con il primo crocevia incontrato e, da qui, in breve, alla chiesetta di Santa Libera.

Informazioni utili 
Itinerario escursionistico percorribile a piedi e MTB
Avvertenza generica valida per tutti i tracciati:
I tracciati GPS dei percorsi provengono da fonti varie e sono costituiti da più sezioni composte in un unico tracciato. Alcuni di essi possono avere un senso direzionale diverso da quello descritto sulla guida. Per una corretta percorrenza si raccomanda sempre la lettura del testo descrittivo e della mappa. Le informazioni contenute su tutti i media non impegnano la responsabilità di autori ed editori.