lingua

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Русский

titolo

FONTANILE

39 Km da Asti, 276 m s.l.m.
Abitanti: 588

Paesaggio

Il Comune si caratterizza per la presenza abbondante di acque sorgive. Splendido il panorama che verso nord spazia fino alle Alpi e verso sud all’Appennino ligure. Il paesaggio è caratterizzato dai vigneti di Barbera, Dolcetto, Cortese, Moscato d’Asti e Brachetto d’Acqui.

Storia

Il nome significa appunto terra ricca di sorgive. Il nucleo abitativo ha origine intorno al IV-V secolo d.C. e venne poi occupato dai Saraceni. Nel 1532 ebbe statuti propri approvati dal marchese Gian Giorgio del Monferrato. Nel 1559 passò sotto la giurisdizione di Casale. I Gonzaga, nel 1606, elevarono il feudo a marchesato e lo cedettero alla famiglia Bevilacqua. Nel XVIII il territorio passò sotto il controllo di casa Savoia.

Arte 

In passato il paese era delimitato da due porte di accesso, all’inizio e alla fine della Via Maestra. Ancora oggi, provenendo da Nizza Monferrato, si può notare il ponticello che testimonia l’antica presenza di un fossato attorno alle fortificazioni. L’abitato sorge sul crinale di una stretta collina, su cui s’impone la monumentale chiesa parrocchiale neogotica di San Giovanni Battista che con il suo cupolone alto 53 metri svetta inconfondibile tra le colline. Altri punti di interesse sono la torre Ansaldi, il santuario Nostra Signora di Neirano, e ancora l’ex ponte levatoio, il pozzo della Rocca, l’Archivolto degli Anerdi, il Muraglione sotto lo spalto della chiesa. In frazione Croci, sorge una pieve di campagna risalente al secolo XIV. Diversi gli itinerari per i turisti, da percorrere a piedi o a cavallo.

www.comune.fontanile.at.it