lingua

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Русский

titolo

CUNICO

22 Km da Asti, 257 m s.l.m.
Abitanti: 540

Paesaggio

Cunico sorge su una collina del Basso Monferrato, sulla sponda destra del torrente Versa. Il paesaggio si caratterizza nell’alternarsi di vigneti a campi coltivati.

Storia

Lungo la strada che congiungeva Hasta (Asti) ad Industria (Monteu da Po), il primo centro sorse probabilmente come stazione di cambio. Nella zona infatti è ancora possibile il ritrovamento di materiale edilizio di epoca romana. Nell’XI secolo i signori di Cunico entrano a far parte della disputa tra le famiglie feudatarie italiane e gli imperatori sassoni. Nel 1164 Cunico fu dato da Federico I Barbarossa ai marchesi del Monferrato, dei quali ne seguirà le sorti.

Arte 

Nel centro abitato si possono visitare la parrocchiale seicentesca dedicata a Nostra Signora della Valle e il campanile municipale del 1750. Altri edifici di interesse sono la chiesa di San Michele, la chiesetta barocca di San Carlo, la chiesa di Santa Maria Assunta, presso il cimitero, costruita sui resti di un tempio pagano, e la chiesa di San Martino, parrocchia dell’antico borgo di Ponengo, abbandonato dai suoi abitanti intorno al XIV secolo a seguito di un’epidemia di peste, riedificata nel secolo XVI. Dal 2006 si è ripresa a Cunico la tradizione del rito del Carnevale dell'Orso di Meliga.

Enogastronomia

Il piatto tipico di Cunico , che è possibile assaggiare al Festival delle Sagre di Asti sono gli gnocchi alla cunichese. Importante la produzione di grappe fin dalla fine dell’Ottocento.

www.comune.cunico.at.it