lingua

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Русский

titolo

CORTANDONE

17 Km da Asti, 219 m s.l.m.
Abitanti: 317

Paesaggio

La zona di Cortandone è percorsa da molti sentieri e itinerari naturalistici. La località più elevata del paese, Camporotondo in frazione Campia, è un ottimo punto panoramico.

Storia

La più antica attestazione documentaria di una Villa Curtetundoni risale all’anno 896, mentre un successivo atto del 22 marzo 900 rivela il passaggio alla forma Curteandoni. In età medievale fu feudo di signori del luogo. Nel corso del Cinquecento, con l’avvento dei Savoia, fu assegnato alle famiglie Di Macello e Pallio. Dalla metà del ’600 per più di un secolo, i Facello e i Pelletta rimarranno gli unici feudatari di Cortandone.

Arte 

Nella piazza del municipio vi è la settecentesca parrocchiale dedicata a Sant’Antonio abate, affrescata nel secolo scorso da Giovanni Lamberti e Luigi Morgari. Dal sagrato si intravedono, tra la vegetazione, i resti delle mura dell’antico castello danneggiato dai Francesi nel Settecento e successivamente demolito. Si può inoltre raggiungere la chiesetta di San Carlo, luogo di devozione popolare già menzionato in un lascito del 1626; in passato circondata da vigne, è oggi immersa in un bosco. Originale in settembre la Festa delle Masche dedicata a queste figure leggendarie protagoniste delle tradizione di Langa e Monferrato.

Enogastronomia

Tra le tante specialità della tradizione che tendono a esaltare i prodotti della zona fa da protagonista la bagna cauda alla quale sono dedicati frequentatissimi appuntamenti autunnali.

http://www.cortandone.gov.it