lingua

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Русский

titolo

CISTERNA D’ASTI

23 Km da Asti, 357 m s.l.m.
Abitanti: 1319

Paesaggio

Cisterna sorge sulla cresta di un’alta collina. E’ l’unico comune della provincia di Asti a far parte geograficamente e geologicamente del Roero, area  caratterizzata da terreni sabbiosi che modellano le caratteristiche "rocche". Immerso tra gli ordinati vigneti, il territorio presenta anche boschi percorsi da ottimi sentieri per trekking.

Storia

I riferimenti più antichi al territorio di Cisterna permettono di risalire all'età romana. In epoca medioevale Cisterna è un importante luogo fortificato. Dalla prima metà del XII secolo passa al Vescovo di Asti quindi nel 1242 viene venduta al Comune di Asti. Dopo varie vicissitudini passa a Gian Francesco della Rovere (1538) poi, dopo una parentesi in cui ritorna alla Santa Sede, il feudo viene venduto nel 1650 a Francesco Dal Pozzo, marchese di Voghera. Il nome Cisterna deriva probabilmente dal latino con il significato di pozzo, deposito (ancora visibile nel cortile interno del castello). 

Arte 

La parrocchiale dei Santi Gervasio e Protasio conserva tra l'altro uno splendido altare ligneo seicentesco, interamente dipinto in nero e la settecentesca statua lignea della Madonna del Rosario. Il castello seppur trasformato nel Settecento in residenza, conserva un’alta torre del XIII secolo e un’imponente cinta di mura. Il Museo Arti e Mestieri di un Tempo collocato al suo interno contiene più di 3000 oggetti provenienti da Cisterna e dintorni e radunati in 20 botteghe che ricostruiscono in maniera precisa e dettagliata le attività e la vita passata.  Al castello e al museo si legano molti eventi durante l’anno tra cui la fiera Mercandè il primo week end di ottobre.

Enogastronomia

Tra le specialità locali biscotti di meliga, la torta di mele, il miele, la mostarda d’uva e le grappe. Il Cisterna doc è un vino rosso prodotto da uva croatina, un antico vitigno diffuso sin dal Medioevo e tradizionalmente chiamato Bonarda. Dimora istituzionale di questa recente DOC è la Bottega del Vino collocata in un palazzo settecentesco in mattoni a vista con il tipico crutin scavato nell’arenaria.

http://www.comune.cisterna.at.it
http://www.museoartiemestieri.it