lingua

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Русский

titolo

CASTELNUOVO DON BOSCO

1 Km da Asti, 245 m s.l.m.
Abitanti: 3238

Paesaggio

Terra di Vini e di Santi  è detta la zona di Castelnuovo: infatti tra i vigneti e i boschi e le tante borgate rurali da scoprire su queste colline nacquero S.Giovanni Bosco, S.Giuseppe Cafasso, il beato Giuseppe Allamano, il cardinale Giovanni Cagliero e morì (in frazione Mondonio), San Domenico Savio. 

Storia

La nascita del Comune risale al 1000, il toponimo si riferisce all’erezione di un castello in posizione strategica. Il territorio appartenne ai signori di Castelnuovo, poi ai Rivalba di Castelnuovo fino alla seconda metà del 1300. Il Barbarossa lo concesse ai marchesi del Monferrato. Dopo la pace di Costanza fu utilizzato dal marchese del Monferrato e dalla Repubblica di Asti come fortezza a difesa delle mire espansionistiche di Chieri e del conte di Savoia. Sovrasta il centro storico la torre dei Rivalba, resto della fortezza medievale. 

Arte 

Nel centro storico, salendo verso la torre dei Rivalba, si incontrano eleganti palazzi (Palazzo Rivalba, Villa Filippello) chiese barocche e le case natali di San Giuseppe Cafasso e del Beato Allamano. La chiesa parrocchiale di Sant'Andrea, con facciata settecentesca, conserva un dipinto di Guglielmo Caccia detto il Moncalvo. La chiesa del Castello è dedicata alla Madonna della Cintura, patrona del paese. La chiesa romanica di Santa Maria di Cornareto deve gran parte del suo fascino all'incanto del colle, coperto da vigneti, che si affaccia sulla valle attraversata dalla strada che da Castelnuovo porta ad Albugnano. A differenza di altre chiese romaniche, Sant'Eusebio si trova in una zona di fondovalle, all'incrocio delle strade per Albugnano e Moncucco S. Maria di Raseto, in frazione Mondonio, è caratterizzata dal piccolo portico in cui sostare per godere della pace di questi luoghi. Sul Colle Don Bosco in frazione Becchi, frequentato da migliaia di pellegrini ogni anno, si visita la casa natale di San Giovanni Bosco, il tempio a lui dedicato, il Museo Missionario Salesiano e il Museo Contadino.

Enogastronomia

Tra i piatti tipici l’antica finanziera e il fritto misto piemontese e la torta d’pum(di mele). Ottima la produzione di miele, grappe e aceti. I principali vini DOC prodotti sono il Freisa d’Asti e il Malvasia di Castelnuovo don Bosco.

www.comune.castelnuovodonbosco.at.it
www.colledonbosco.it