lingua

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Русский

titolo

CASTELLO D’ANNONE

11 km da Asti, 109 m s.l.m.
Abitanti: 1938

Paesaggio

Il paese si colloca in una strettoia della fertile Valle del Tanaro tra il fiume che scorre a pochissima distanza dall’abitato e l‘Oasi Naturale  “Bosco del Lago” con alberi centenari originali del territorio (faggi, farnie, carpini).

Storia

Annone nasce come insediamento romano sulla Via Fulvia, al nono miglio da Asti, fra il fiume Tanaro e la strada. Qui avevano trovato rifugio e sistemazione i primi abitanti della terra astigiana e qui millenni dopo, all'inizio del secolo X, Berengario I, marchese di Ivrea e conte di Asti, decise di erigere un castello per difendere la città dalle frequenti incursioni ungare. La rocca e il castello si rivelarono ben presto un eccezionale punto strategico per il controllo della zona e Annone, con il suo vasto territorio divenne la chiave di volta della vita politica ed economica di Asti. Lo sapevano bene i primi consoli della città che nel 1095 si fecero consegnare dal vescovo, suo signore, villaggio e castello (ed è da tale donazione che si fa iniziare la vita del libero Comune di Asti).

Arte 

La chiesa parrocchiale di Santa Maria della Ghiare conserva un altare settecentesco proveniente dalla scomparsa abbazia di San Bartolomeo di Azzano. Sulla collina detta del castello il sito archeologico più importante del Piemonte meridionale testimonia la presenza di un insediamento ligure di oltre settemila anni fa. 

Enogastronomia

Tra i prodotti tipici salumi, carni e miele. Dolce caratteristico è la cosiddetta torta dell’abbondanza che viene presentata anche al Festival delle Sagre di Asti. Vini tipici Freisa e Barbera.

www.comune.castellettomolina.at.it