lingua

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Русский

titolo

CASTEL ROCCHERO

35 Km da Asti, 414 m s.l.m.
Abitanti: 414

Paesaggio

Se c'è un paese dove la monocoltura della vite ha segnato profondamente il territorio, questo è Castel Rocchero. La strada di collegamento con Nizza e Castel Boglione è uno spettacolo ininterrotto di geometrie di filari che si estendono a perdita d'occhio e seguono i morbidi rilievi delle colline creando suggestivi giochi cromatici. 

Storia

Castel Rocchero deve la sua origine a un presidio militare posto a guardia e difesa della via di comunicazione che da Acqui conduce in Valle Belbo. Già praticata in epoca romana e mai caduta in disuso neppure nei secoli bui delle invasioni barbariche, la strada era facilmente controllabile dal castello (castrum) che sorgeva sul punto più alto e scosceso (ruché) della collina, interamente circondata da possenti mura di cui ancora a metà Ottocento era possibile scorgere i resti.

Arte 

Alla base dello slanciato campanile si trova la porta di accesso al borgo superiore. L’arco, insieme alla base dell’abside parrocchiale alla quale è addossato, sono parti integrali delle antiche mura. Il castello originale eretto nel XII sec e oggi sede comunale, non conserva più caratteristiche militari ma presenta forme signorili: all’interno ha mantenuto strutture seicentesche. La chiesa parrocchiale di Sant’Andrea databile al 1903 è costruita sui resti di un cimitero in cui venivano sepolti gli abitanti del castello. 

Enogastronomia

Ottima occasione per gustare i piatti tipici del paese è l’evento “Castelrocchero in lume”,  passeggiata enogastronomica notturna tra i vigneti in luglio. E' la terra della Barbera, del Moscato, del Brachetto, del Dolcetto, con decine di aziende agricole, molte delle quali conferiscono le uve alla grande Cantina Sociale che troneggia con la sua struttura imponente e panoramica.

www.comune.castelrocchero.at.it
www.castelroccheroinlume.it