lingua

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Русский

titolo

CASTAGNOLE MONFERRATO

14 Km da Asti, 229 m s.l.m.
Abitanti : 1270

Paesaggio

Il paese si trova nel Basso Monferrato, caratterizzato dalla presenza di pregiati vigneti. Di notevole valore panoramico è la strada di dorsale che lo unisce a Scurzolengo e Grana. Castagnole si sviluppa con andamento lineare su una doppia dorsale che fa da cerniera tra il Borgo dell’Annunziata e il Borgo del Ricet, tra i più significativi esempi di ricetto fortificato, chiamato anche “La Miraja”.

Storia

Il nome deriva dai fitti boschi di castagni che ricoprivano le colline. L’insediamento, d’origine romana, nel periodo medioevale fu coinvolto nelle rivalità tra Monferrato ed Asti. Nel 1292 il feudo giurò fedeltà ad Asti, ma dopo qualche anno ritornò sotto la giurisdizione monferrina. I Paleologi di Monferrato ebbero molteplici conferme del loro dominio sul villaggio, tra le quali nel 1355 il diploma dell'imperatore Carlo IV e nel 1494 quello di Massimiliano I.

Arte 

Il borgo è ricco di abitazioni antiche, molte risalenti al Quattrocento. Rimangono tracce evidenti del ricetto fortificato nelle imponenti mura, in una torretta, in parte del baluardo e delle arcate trecentesche in cotto e tufo. Il ricetto accoglie l’ex asilo infantile Regina Elena, della metà dell’Ottocento. E’ possibile seguire lo snodarsi della cinta muraria, attraverso un percorso sopramuro che parte ed arriva alla Piazza dell’Annunziata, fulcro della struttura urbana del paese. Sulla Piazza si affacciano la Parrocchiale di San Martino, in stile tardo barocco della metà del XVIII secolo, la Chiesa dell’Annunziata, tardo barocca con facciata in mattoni a vista, addossata al moderno Municipio. Da vedere la meridiana più grande del mondo, il torchio più grande d’Europa, situato nelle cantine della Tenuta la Mercantile (sulla strada per Calliano) e le storiche cantine scavate nel tufo (crutin)

Enogastronomia

Le ricette tipiche della cucina monferrina come il fritto misto sono accompagnate dalle DOC locali. “ Se a Castagnole Monferrato qualcuno vi offre il Ruchè è perché ha piacere di Voi….” si legge all’ingresso del paese. Il vino  Ruché è prodotto dall’omonimo vitigno autoctono, varietà vecchia e rara che dà un rosso fruttato, fresco, molto profumato. con la caratteristica unica di non essere mai stato commercializzato in passato.

www.comune.castagnolemonferrato.at.it