lingua

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Русский

titolo

SCANDELUZZA (comune di MONTIGLIO MONFERRATO)

23 Km da Asti, 274 m s.l.m.

Paesaggio

Dal sagrato della chiesa la vista si perde sul bel panorama che, dalla valle Versa, si estende a tutti i paesi limitrofi.

Storia

Il toponimo dalla fine del XIII secolo si attesta come Scandelucia o Scandelutia, il termine trova origine forse dalla coltivazione della leguminosa scandella o scandula . Dal secolo XII al 1789 furono ben 59 i feudatari succedutosi nella giurisdizione di Scandeluzza, legati al marchesato del Monferrato ed ai signori di Montiglio. Il castello fu costruito nel 1304 per volere dei Signori di Montiglio e dei Marchesi di Monferrato, ai quali Scandeluzza appartenne fino all’avvento dei Savoia (XVII secolo).

Arte 

Il fiore all’occhiello di Scandeluzza è la chiesa romanica dei Santi Sebastiano e Fabiano. La piccola chiesa conserva l’abside in blocchi di pietra alternati a mattoni, secondo lo stile romanico-monferrino, con affreschi del 1440 raffiguranti Cristo incorniciato in una mandorla ed attorniato da figure di santi e simboli degli Apostoli. Vi è anche un'altra chiesa di epoca romanica, Sant'Emiliano che si trova in una proprietà privata nella frazione Case Battia. Poco lontano dal paese, merita una tappa la frazione Rinco, piccola borgata  con al centro il castello-palazzo seicentesco costruito dal capitano dell’esercito monferrino Giovanni Domenico Mazzola nel 1640 (non visitabile).

www.montigliomonferrato.at.it
www.montigliom.at.it