lingua

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Русский

titolo

OLMO GENTILE

58 Km da Asti, 615 m s.l.m.
Abitanti: 95

Paesaggio

Il contesto ambientale in cui si colloca il più piccolo comune della provincia astigiana rappresenta bene il legame tra Langa e Liguria, tra collina e mare: un crinale che sembra un promontorio, una terra tufacea ricca di conchiglie e di fossili marini, una brezza che si trasforma in scirocco, il marein.  Dalla chiesetta dell'Addolorata verso il bivio che porta al bric Puschera, la vetta della Langa astigiana (851m), si gode uno dei più incantevoli panorami della zona.

Storia

Il primitivo insediamento di Olmo si trovava nell’attuale località Lavagnini dove si sono conservati i più antichi esempi di cascina del territorio, grandi case squadrate in pietra locale coperte di ciape scure che recano sugli stipiti delle porte date remote risalenti al XV e al XVI secolo e la chiesetta di San Martino, l’antica parrocchiale. Con la distruzione del borgo da parte dei Francesi la popolazione si trasferì in alto, vicino alla torre, formando il borgo rimasto quasi intatto e valorizzato da recenti restauri.

Arte 

La torre risale probabilmente al XII secolo; Il castello risale invece al 1681, quando il vescovo di Acqui la elesse sua dimora abituale. La chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena, settecentesca, presenta due immagini molto sbiadite di San Felice e della Maddalena, raffigurate sulla facciata.

www.comune.olmogentile.at.it