lingua

  • Italiano
  • English
  • Français
  • Deutsch
  • Español
  • Русский

titolo

MONCUCCO TORINESE

37 Km da Asti, 403 m  s.l.m.
Abitanti: 885

Paesaggio

Siamo ai confini con il Torinese, la vista spazia dalle colline monferrine verso  Superga e l'arco alpino.

Storia

La prima attestazione dell'esistenza del maniero è in un diploma imperiale del 1154, ma l'edificio attuale risale ai secoli XIV-XV con rimaneggiamenti e ampliamenti successivi. Qui nacque nel XIII secolo Jacopo da Moncucco l'ultimo gran precettore d'Italia dell'Ordine dei Templari prima della loro soppressione.

Arte 

Percorrendo il centro storico di Moncucco è facile notare una caratteristica particolare: il campanile non è vicino alla attuale neoclassica parrocchiale di San Giovanni Battista, ma si trova a circa 100 metri di distanza nella parte vecchia del paese. Nel 1740 dovendo ricostruire l’antica parrocchiale si scelse un sito dal quale il campanile sarebbe stato più visibile (e udibile) anche dalle campagne circostanti. I progetti seguenti per affiancargli una nuova chiesa però non ebbero seguito per mancanza di fondi così il campanile rimase isolato. L’imponente castello (info 011 9874701) ospita il Museo del Gesso in cui sono illustrate la lavorazione e l'impiego del gesso nell'architettura rurale del Basso Monferrato tra XVI e XIX secolo.  Le cave di gesso a Moncucco sono documentate fin dal Seicento e questo materiale “povero” unito al legno veniva utilizzato tra l'altro per realizzare soffitti funzionali e anche molto belli esteticamente ancora visibili in molte abitazioni.

Enogastronomia

A Moncucco funziona ancora uno degli ultimi mulini a pietra del Piemonte dove vengono prodotte farine ricercate per la panificazione tradizionale e la preparazione di dolci e biscotti. La Bottega del Vino, ospitata in un palazzo settecentesco con suggestive cantine, presenta la produzione locale in cui eccellono il Freisa D'asti  e la Malvasia di Castelnuovo Don Bosco.

www.comune.moncucco.asti.it